Il parquet anche in bagno

Published by

Posted on 2 dicembre 2016

Il legno è un materiale che non invecchia nel tempo, è capace anzi di evidenziare la sua bellezza con il passare degli anni, è un prodotto resistente e flessibile, inoltre è dotato della magnifica proprietà di essere un materiale naturale, aspetto che gli conferisce un’eleganza e un fascino incredibile, oltre a donargli tutta una serie di caratteristiche che sono proprie di un materiale naturale.

Grazie al fatto che trasmette calore e leggerezza, essendo al contempo un materiale altamente resistente e naturale viene sempre più spesso preferito alla classica piastrella in porcellana, per rivestire i pavimenti di bagni e cucine.

Queste sue caratteristiche possono arricchire anche quegli ambienti, come il bagno e la cucina, più facilmente sottoposti alla formazione di umidità. Tuttavia è necessario una opportuna scelta del tipo di legno, che deve essere tra i più stabili a contatto con l’umidità e di una qualità garantita, come appunto i pavimenti in legno della Frangioni Parquet.

Quali sono le principali essenze di legno utilizzate per il bagno? Tra le tipologie più stabili abbiamo il Teak, il Doussiè, il Merbau o l’Iroko. Il Rovere sarebbe meglio evitarlo, poiché non sopporta bene l’umidità con la formazione di macchie scure, dovuto al rilascio di una sostanza contenuta dalla stessa specie legnosa.

Ma l’essenza non è l’unica preoccupazione al momento dell’acquisto della nostra nuova pavimentazione. Contano infatti anche il formato, così come è importante la posa, e anche la protezione del legno. Naturalmente, affidarsi a un tecnico specializzato è sempre la soluzione migliore per non avere sorprese. Per questo la scelta migliore è affidarsi a dei professionisti, come quelli del Gruppo Frangioni Parquet, che sono in grado di fare sopralluoghi e offrire consigli per soddisfare ogni vostra esigenza.